Intervento 4.1.2: Sostegno agli investimenti nelle aziende agricole, giovani agricoltori

Il bando prevede il sostegno agli investimenti nelle aziende agricole per i giovani agricoltori che intendano aderire contestualmente all' intervento 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori”.

L'intervento prevede aiuti nella forma di contributo in conto capitale, nella percentuale del 60% sul costo ritenuto ammissibile per gli investimenti previsti. 

Un’integrazione a mutuo può essere richiesta presentando contestuale domanda ai sensi della L.R. 17/2016.

Le tipologie di spese ammesse sono:

  • acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati rurali e delle relative opere edili ed impiantistiche;
  • acquisto di impianti, arredi (funzionali alla commercializzazione dei prodotti aziendali) e attrezzature, inclusi i programmi informatici (compresa la realizzazione di siti web aziendali);
  • acquisto di macchine e attrezzi agricoli;
  • realizzazione e miglioramento degli impianti per la produzione, nei limiti dell’autoconsumo, di energia elettrica (biogas, eolico, fotovoltaico e idroelettrico) o termica (solare e biomasse);
  • interventi di miglioramento della viabilità rurale, inclusa la costruzione e sistemazione di monorotaie, di teleferiche e di fili a sbalzo che sostituiscono detta viabilità rurale;
  • sistemazione e miglioramento dei terreni agrari volti ad assicurare la regimazione delle acque, la stabilità dei versanti e la percorribilità delle macchine, compresa la viabilità interna aziendale;
  • impianti di colture poliennali (vite e fruttiferi);
  • acquisto di terreni nel limite del 10% della spesa totale ammissibile dell’intervento considerato e spese notarili per accorpamenti fondiari;
  • costruzione e sistemazione di canali irrigui, impianti di irrigazione e di fertirrigazione;
  • realizzazione e sistemazione di acquedotti rurali ad uso potabile e per l’abbeveraggio del bestiame;
  • spese generali collegate ai costi di cui sopra.
 

Programma di sviluppo rurale 2014/20



Torna su