Corsi di formazione in agricoltura

PSR 14 20, LA MISURA 01 DEL PSR 2014/20

 

“Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione”è uno strumento che ha come obiettivo quello di promuovere il trasferimento di conoscenze e l'innovazione nei settori agricolo, forestale e delle zone rurali.

Tale misura è progettata volutamente per le imprese agricole della nostra Regione che hanno la necessità di essere seguite e stimolate, anche a partecipare ad azioni formative appositamente progettate, finanziate dalla Pubblica Amministrazione,  per mantenere e raggiungere un buon livello di competitività. Gli strumenti di formazione, oltre a rafforzare le conoscenze dei soggetti impegnati nei settori agricolo e forestale, favoriscono l’acquisizione di competenze specifiche volte a migliorare l’efficienza tecnico economica delle aziende e facilitare l’introduzione e la diffusione di strategie innovative. In particolare attraverso lo strumento PSR si opera affinché le aziende colgano nuove opportunità, nella collocazione dei prodotti sul mercato, nella presentazione ai consumatori dei sistemi produttivi eco compatibili e nella diffusione dei piani e degli strumenti di marketing.

La formazione professionale che l’Assessorato Agricoltura e Risorse Naturali sta progettando è fondamentale per accrescere la competitività aziendale, in un’ottica sostenibile.

 

Trasformazioni lattiero-casearie

E' stato organizzato, in collaborazione con l’Institut Agricole Régional, un corso destinato agli allevatori sulla diversificazione delle trasformazioni lattiero-casearie per lo sviluppo della filiera corta. Articolato in una parte teorica di 25 ore e in una parte pratica di 50 ore, suddivisa in due gruppi (una per la caseificazione del latte vaccino e l’altra per la caseificazione di quello caprino), il corso inizierà a metà novembre con la parte teorica.

Le lezioni sono previste il venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 13, mentre gli orari della pratica che si svolgeranno nella seconda parte del corso (da gennaio 2018 in avanti)saranno definiti successivamente, secondo disponibilità di caseifici e materie prime. I posti sono 16, di cui 8 per allevatori di bovini da latte e 8 per allevatori di caprini da latte.

Le iscrizioni al nuovo corso di formazione saranno aperte dal 9 ottobre al 7 novembre 2017.

 

 

 

 

Coltivazione, raccolta e conservazione piante officinali

Coloro che sono interessati alla tematica delle officinali, potranno invece partecipare al corso, organizzato in collaborazione con Progetto formazione s.c.r.l di Aosta, concernente l’attività di prima trasformazione delle piante officinali coltivate su territorio regionale. Il corso che prevede una durata di 54 ore complessive si rivolge a imprenditori agricoli di azienda o coloro che nell’ambito dell’impresa agricola sono coadiuvanti familiari iscritti all’INPS o dipendenti. Le iscrizioni a questo nuovo saranno aperte dal 5 ottobre al 31 ottobre 2017

 

 

 

Apicoltura

E' stato organizzato, in collaborazione con l’Institut Agricole Régional, il corso "Apicoltura in Valle d'Aosta tra biodiversità ambientale, impollinazione, produzione, qualità e marketing". Il corso è articolato in 20 lezioni teoriche che si svolgeranno nel periodo tra febbraio a marzo 2018.  

Le iscrizioni potranno essere effettuate presso l'Institut Agricole Régional dall' 8 al 26 gennaio 2018 (lun-ven 8.00-12.30 14.00-17.00) e sono disponibili 50 posti per i produttori apistici. 

 

 

 

 

Tecniche di potatura di frutteti (Pomacee e Drupacee) e della Vite. 

L'Assessorato dell'Agricoltura e Risorse Naturali organizza una serie di incontri sulle tecniche di potatura che si svolgeranno nelle giornate del 23 febbraio, 9 marzo e 16 marzo 2018.

 

 

 

Corso di specializzazione, con una visione legata all’innovazione, all’internazionalizzazione e alla sostenibilità, dedicato ai giovani imprenditori agricoli.

L’iscrizione potrà avvenire entro il 10 giugno 2018, direttamente sul sito www.ismea.it, al seguente indirizzo:http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10255e per qualsiasi informazione di dettaglio o supporto all’iscrizione si può fare riferimento a Anna Ravazzoni (a.ravazzoni@ismea.it). Confidiamo nella massima diffusione dell’iniziativa.

 

Agricoltura



Torna su