Dipartimento politiche strutturali e affari europei

Regione Borgnalle, 12 - 11100 AOSTA
Telefono: 0165527803 - @: e.mattei@regione.vda.it
Posta certificata: affari_europei@pec.regione.vda.it
Posta istituzionale: affari_europei@regione.vda.it
Coordinatore: Enrico MATTEI

  1. attua tutte le forme di collaborazione interna all’Amministrazione al fine di garantire l’unitarietà e la coerenza dell’azione amministrativa
  2. cura i raccordi con i Ministeri, le istituzioni nazionali e internazionali, le organizzazioni e i soggetti esterni con riferimento alle competenze del dipartimento
  3. formula le proposte alla Giunta regionale al fine dell’elaborazione di programmi, direttive, progetti di legge o altri atti di competenza dell’Amministrazione
  4. garantisce l’attuazione dei programmi definiti dai competenti organi regionali e delle norme e disposizioni di riferimento per l’attività del dipartimento
  5. coordina e, ove necessario, gestisce i procedimenti amministrativi nell’ambito del proprio dipartimento
  6. pianifica, programma, ove necessario gestisce, e monitora lo svolgimento delle attività, compresi i progetti specifici, ai fini del raggiungimento degli obiettivi del dipartimento
  7. programma, ove necessario gestisce, e monitora il corretto utilizzo delle risorse umane, finanziarie e strumentali al fine del corretto svolgimento delle attività del dipartimento
  8. sovrintende la gestione generale del dipartimento (segreteria, protocollo, contabilità, sistemi informativi, amministrazione del personale)
  9. verifica il raggiungimento degli obiettivi e delle competenze ordinarie assegnate ai dirigenti del dipartimento
  10. è individuato, ai sensi del D.lgs. n. 81/2008, quale datore di lavoro del personale assegnato alle strutture dirigenziali di competenza e sottordinate


  1. espleta - anche nell’ambito del Coordinamento delle Autorità di gestione e del Nucleo di valutazione dei programmi a finalità strutturale (NUVAL) e del Comitato per lo sviluppo locale - le funzioni di “Cabina di regia” della Politica regionale di sviluppo 2014/20 e 2021/27, con particolare riguardo a:
    • cura dei rapporti con i servizi della Commissione europea e dello Stato
    • promozione dell’integrazione tra i programmi e i progetti cofinanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale, dal Fondo sociale europeo, dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e dal Fondo per lo sviluppo e la coesione, in riferimento alle attività di programmazione, negoziazione, concertazione, gestione, comunicazione, monitoraggio, controllo e valutazione
  2. promuove, in relazione a Progetti di valenza strategica o multisettoriali, afferenti alla Politica regionale di sviluppo, l’attivazione di team di Progetto, quali formule organizzative trasversali tra Strutture regionali, dirette ad assicurare l’efficienza e l’efficacia degli interventi
  3. provvede, quale Struttura di supporto al Responsabile tecnico, alla predisposizione, aggiornamento, attuazione, monitoraggio ed eventuale valutazione dei Piani di rafforzamento amministrativo (PRA) della Politica regionale di sviluppo, anche operando in favore della continuità e del miglioramento degli assetti organizzativi delle Autorità di gestione e delle altre strutture interessate, necessari per il superamento degli audit di sistema
  4. coordina la definizione e l’attuazione della Strategia unitaria di comunicazione della Politica regionale di sviluppo, assicurando la diffusione, ai cittadini, alle imprese e agli organismi pubblici e privati, delle informazioni in merito alle opportunità di finanziamento offerte dai Programmi, ai Progetti realizzati e ai loro effetti
  5. assicura la partecipazione della Regione alla definizione della Politica di coesione europea e nazionale 2021/27, al fine di:
    • contribuire, con le particolarità regionali, alla definizione del quadro generale di riferimento e dell’Accordo di partenariato dell’Italia
    • coordinare la predisposizione del Quadro strategico regionale 2021/27, diretto ad orientare, in maniera unitaria e integrata, l’azione dei diversi Programmi che interverranno in Valle d’Aosta
    • identificare, nelle more del perfezionamento del quadro normativo e programmatico, priorità di sviluppo e primi interventi, in linea con gli orientamenti europei e nazionali
    • prefigurare un sistema di controllo di primo livello delle operazioni efficiente ed efficace
  6. assicura, nell’ambito dei compiti in capo al Responsabile unico dell’attuazione dell’Accordo di programma quadro (RUA) per le aree ‘Bassa Valle’ e ‘Grand-Paradis’, l’attuazione, a livello regionale, della Strategia nazionale per le aree interne, con particolare riguardo al coordinamento degli adempimenti di gestione, monitoraggio e controllo degli interventi sui servizi essenziali (istruzione, sanità e mobilità)
  7. coordina, a livello regionale, le attività riguardanti il c.d. ‘Semestre europeo’, in particolare, curando la predisposizione del contributo regionale al Programma nazionale di riforma (PNR) e promuovendo il recepimento delle raccomandazioni del Consiglio dell’Unione europea all’Italia, nell’ambito dei Programmi cofinanziati dai Fondi strutturali e di investimento europei
  8. coordina la predisposizione dei documenti programmatici e di attuazione, previsti dalla l.r. 8/2006 s.m.i., sulle attività di rilievo europeo e internazionale della Regione e cura la predisposizione della relativa relazione annuale
  9. provvede al controllo di primo livello degli interventi di assistenza tecnica afferenti ai Programmi cofinanziati dal Fondo europeo di sviluppo regionale, dal Fondo per lo sviluppo e la coesione e di Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia e Italia-Svizzera 2007/13 e 2014/20
  10. svolge la funzione di audit sulle attività di controllo di primo livello appaltate dall’Autorità di gestione del Programma ‘Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FSE)
  11. gestisce il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, quale punto di informazione, per il cittadino, in merito alle istituzioni e alle principali politiche dell´Unione europea




Torna su