La legge di istituzione

Il primo atto concernente la nascita del Corpo Forestale regionale risale al 1946, anno in cui con Decreto legislativo 23 dicembre 1946, n. 532, venne sancito il passaggio del Comando Gruppo del Corpo delle Foreste di Aosta alla Regione Autonoma Valle d’Aosta.

 Nel 1968, con la legge regionale n. 6, viene istituito il Corpo Forestale Valdostano, posto alle dipendenze dell’Assessorato agricoltura e foreste, con l’attribuzione di compiti di tutela del patrimonio forestale, di protezione della flora spontanea e della fauna, di sorveglianza sulla caccia e sulla pesca e di supporto all’attività agricola.

A seguito della suddetta legge, a tutto il personale, viene attribuita la qualifica di agente o ufficiale di Polizia giudiziaria. In varie fasi successive alla data di costituzione vengono predisposte delle revisioni dell’ordinamento e del funzionamento del Corpo, con l’emanazione di provvedimenti legislativi finalizzati ad adattare le specifiche competenze alle nuove esigenze della società. Si cita in particolare la legge regionale 11 novembre 1977, n. 66 che affida al Corpo forestale, oltre alle tradizionali competenze in materia di gestione forestale, importanti funzioni di sostegno alla nascente Protezione civile e compiti di polizia volti alla sorveglianza e tutela dell’ambiente naturale.

 La normativa di riferimento odierna sull’ordinamento, il funzionamento e lo stato giuridico-ecomico del Corpo forestale della Valle d’Aosta è la legge regionale 8 luglio 2002, n. 12, integrata dalla legge regionale 24 maggio 2007, n. 9, che sviluppa nuovi filoni operativi rispetto a quelli tradizionali, in particolare quello della tutela ambientale contro l’inquinamento del suolo, dell’aria e delle acque.

 

 

 

 



Torna su