Campagna apistica 2019 - Controllo sull'utilizzo dei fitofarmaci

Prosegue anche per la corrente  campagna apistica 2019 l'attività relativa al piano di controllo connesso all'utilizzo di fitofarmaci in agricoltura nel territorio regionale.
L'attività di prevenzione e controllo attraverso la collaborazione tra Corpo Forestale della Valle d'Aosta, la Struttura Produzioni vegetali, sistemi di qualità e servizi fitosanitari dell'Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni Culturali, e le strutture del dipartimento di prevenzione dell'Azienda USL Valle d'Aosta, consisterà in varie uscite ispettive, in primavera (durante la fioritura dei frutteti), e  in tarda estate, con l'effettuazione di prelievi di residuo vegetale e di prodotto fitosanitario da botte da inviare all'analisi presso l'ARPA Valle d'Aosta per verificare la liceità e la correttezza delle prescrizioni di trattamento. La medesima collaborazione tra le strutture sarà dispiegata in caso di ritrovamento di morie di api e di spopolamento degli alveari, con l'interessamento diretto della S.C. Igiene degli allevamenti.
Prosegue, anche per la corrente  campagna apistica 2019, l'attività relativa al piano di controllo connesso all'utilizzo di fitofarmaci in agricoltura nel territorio regionale. L'attività di prevenzione e controllo attraverso la collaborazione tra il Corpo Forestale della Valle d'Aosta, la Struttura Produzioni vegetali, sistemi di qualità e servizi fitosanitari dell'Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni Culturali e le strutture del dipartimento di prevenzione dell'Azienda USL Valle d'Aosta, consisterà in varie uscite ispettive, in primavera (durante la fioritura dei frutteti) e  in tarda estate, con l'effettuazione di prelievi di residuo vegetale e di prodotto fitosanitario da botte da inviare all'analisi presso l'ARPA Valle d'Aosta per verificare la liceità e la correttezza delle prescrizioni di trattamento. La medesima collaborazione tra le strutture sarà dispiegata in caso di ritrovamento di morie di api e di spopolamento degli alveari, con l'interessamento diretto della S.C. Igiene degli allevamenti. 



Torna su