Particolarismo e tradizioni

 

La Valle d'Aosta per la sua particolare conformazione territoriale è un laboratorio linguistico naturale. Le valli  strette e profonde, la posizione di confine tra Mediterraneo e Europa del Nord e secoli di scambi commerciali e culturali hanno creato una ricchissima varietà di lingue e dialetti in uso ancora oggi: patoué, titsch, töitschu.

 

La lingua italiana, la lingua francese, i dialetti francoprovenzali e quelli di radice tedesca si intrecciano e si fondono in un arabesco straordinario che cambia ogni giorno nelle attività quotidiane e nelle ricorrenze tradizionali.

Il francoprovenzale è la lingua che unisce le comunità intorno al Monte Bianco. Scopritela attraverso il portale dell'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d'Aosta:

 

Le tradizioni, specchio di una forte identità, rimangono pressoché immutate nel corso del tempo e vengono tramandate come un’inestimabile ricchezza alle generazioni future, cui spetta il compito di valorizzarle e conservarle. Inoltre questo ricco bagaglio culturale viene presentato agli ospiti della Valle d’Aosta come un dono prezioso per una condivisione di appartenenza.

 



Torna su