Europe Direct Vallée d'Aoste

 

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Anche quest’anno tornano le Giornate europee del patrimonio, un’iniziativa lanciata dalla Commissione europea e dal Consiglio d’Europa nel 1999 e sostenuta dal programma Europa creativa, alla quale prendono parte i 50 Stati firmatari della Convenzione culturale europea.

L’obiettivo delle Giornate europee del patrimonio è quello di far conoscere ai cittadini dei diversi paesi europei il patrimonio, sia materiale, sia immateriale, che ha contribuito a plasmare la cultura degli individui nel corso della storia. 

La Regione autonoma Valle d’Aosta partecipa a questa importante iniziativa con un calendario ricco e variegato di appuntamenti che, fino al prossimo 22 settembre, invitano alla scoperta, o riscoperta, di numerosi siti archeologici, beni culturali, musei e collezioni distribuiti sull’intero territorio della Regione, alcuni dei quali normalmente chiusi al pubblico, oppure oggetto di lavori e ricerche.

Plaisirs de culture propone, in questo periodo, una serie di attività di promozione e valorizzazione del patrimonio e delle tradizioni culturali della Valle d’Aosta.

L’ingresso alle mostre, ai castelli e ai siti archeologici è gratuito o a tariffa ridotta con visite guidate, conferenze e attività pratiche anche per bambini e famiglie.

Sono oltre 30 gli Enti coinvolti e più di 70 le iniziative previste nel calendario dell’edizione 2019.

Per tutta la settimana, sono previste visite guidate e attività didattiche all’ Area megalitica di Aosta alle quali si aggiungono la proiezione del documentario archeologico Il viaggiatore del Nord, che tratta del ritrovamento del guerriero celtico durante gli scavi per l’ampliamento dell’Ospedale, ed un inedito gioco-visita per i più piccoli: Alla ricerca dei Giganti di pietra!.

Domenica 22 settembre, alle 18, l’Area megalitica ospita, inoltre, Aether, l’evento di chiusura di Plaisirs de culture, un concerto-performance  dedicato ai quattro elementi naturali.

Molti gli appuntamenti anche al Castello Gamba di Châtillon: performance di lettura partecipata, laboratori di pittura e di storytelling musicato.

Presso il Centro espositivo Alpinart di Cogne, apertura straordinaria con ingresso a tariffa ridotta  dell’esposizione La miniera di Cogne, con possibilità di partecipare a visite, guidate da un minatore del luogo, nei giorni 14, 15, 21 e 22 settembre, dalle ore 14.30 alle ore 18.30.

Presso le Miniere di Saint-Marcel si svolge, invece, Racconti di libertà, una visita insolita accompagnata dalla lettura di poesie.

Sabato 21 settembre è in programma, invece, ad Aosta, presso il Palazzo regionale, la giornata di studio dedicata a I Castelli del Duecento nelle Alpi.

Per le informazioni dettagliate degli eventi previsti in ogni giornata è possibile scaricare la brochure di Plaisirs de culture 2019.

 


Europa



Torna su