Beneficiari

L'art. 15 del reg. (UE) n. 1303/2013 stabilisce che le Autorità di gestione, al fine di garantire la trasparenza del sostegno fornito dai fondi, mantenga un elenco delle operazioni nella forma di un foglio elettronico che consenta di selezionare, cercare, estrarre, comparare i dati e di pubblicarli agevolmente su Internet.

Tale elenco deve contenere, tra l'altro, il nome del beneficiario, la denominazione dell'operazione, nonché una sua sintesi, la data di inizio e di fine, la spesa totale ammissibile e il tasso di cofinanziamento dell'Unione europea.

L'art. 2 del reg. (UE) n. 1303/2013 definisce:

  • Beneficiario: un organismo pubblico o privato respnsabile dell'avvio o dell'avio e dell'attuazione delle operazioni. Nel quadro dei regimi di aiuti di Stato, rientranti nell'ambito di applicazione dell'articolo 107, paragrafo 1, TFUE (che includono anche gli "aiuti di minimis") il beneficiario è l'organismo che riceve l'aiuto.
  • Operazione: un progetto, un contratto, un'azione o un gruppo di progetti selezionati dall'Autorità di gestione del programma, o sotto la sua responsabilità, che contribuisce alla realizzazione degli obiettivi di una o più priorità correlate. Nel contesto degli strumenti finanziari, un'operazione è costituita dai contributi finanziari di un programma agli strumenti finanziari e dal successivo sostegno finanziario fornito da tali strumenti finanziari.

Applicativo informatico ARACHNE  

Ai sensi dell’art. 125 paragrafo 4 lettera c) del Reg. (UE) 1303/2013 l’Autorità di gestione “istituisce misure antifrode efficaci e proporzionate, tenendo conto dei rischi individuati”. La Commissione europea raccomanda che le Autorità di gestione adottino un approccio strutturato e mirato alla gestione del rischio frode e, a tale proposito, ha sviluppato uno strumento informatico integrato per la valutazione del rischio frode per supportare le attività di verifica delle Autorità di gestione dei Fondi SIE e contenente dati provenienti da varie fonti interne ed esterne al Programma. Pertanto, i dati contenuti nelle banche dati a disposizione della Commissione europea saranno utilizzati, attraverso l’applicativo informatico ARACHNE, dall’Autorità di gestione per l’individuazione degli indicatori di rischio frode. Al  seguente  link  del  sito  della  Commissione  europea  è  possibile  reperire  informazioni più dettagliate sullo strumento informatico ARACHNE.

 




Torna su