Comitato di Sorveglianza 14 giugno 2018

 

Il Comitato di sorveglianza del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), si è riunito ad Aosta lo scorso 14 giugno con il compito di valutarne l’attuazione e i progressi compiuti.
Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti della Direzione generale Politica regionale della Commissione europea, del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei ministri, della Regione e del Partenariato istituzionale, economico e sociale.
L’incontro ha preso avvio con un’analisi delle attività avviate in attuazione del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR) e il Comitato è stato informato sullo stato di avanzamento del Programma da parte dei rappresentanti delle Strutture regionali responsabili dell’attuazione delle singole azioni, presenti in seno al Comitato.
A questo proposito, l’Autorità di gestione ha illustrato il Rapporto annuale di attuazione al 31 dicembre 2017, documento che riporta le azioni e i progetti avviati e il loro stato di attuazione.
Particolare soddisfazione è stata espressa per la portata degli interventi che l’Amministrazione regionale ha provveduto ad avviare, nel campo della ricerca, delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, del sostegno alle imprese, dell’efficientamento energetico negli edifici pubblici, della mobilità sostenibile e della messa in rete in chiave turistica del sistema dei beni culturali che contribuiscono allo sviluppo del territorio regionale.
A titolo esemplificativo, si riportano di seguito tre progetti significativi in termini di crescita per la Regione Valle d’Aosta:
il sostegno ai servizi turistici nell’ambito del progetto strategico Bassa Via della Valle d’Aosta, circuito di media montagna denominato oggi Cammino Balteo, che offrirà contributi agli operatori del settore al fine di favorire lo sviluppo di un prodotto turistico unico, strutturato e organizzato che garantisca la redditività degli investimenti, che stimoli gli operatori economici ad aggiornare la propria offerta e, ancor più, a fare rete;
l’approvazione e l’avvio di tutti gli interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici che hanno portato all’allocazione della totalità delle risorse programmate.
il sostegno alla competitività delle imprese, con la pubblicazione di tre avvisi a evidenza pubblica per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti della Smart Specialisation Strategy (S3) della Valle d'Aosta.
Durante i lavori sono state illustrate, inoltre, le attività di valutazione e comunicazione avviate.
In questa occasione il Comitato si è congratulato con l’Amministrazione regionale per il buon livello di risorse allocate, giunte ad oltre il 90%, e per il superamento della soglia di spesa utile a scongiurare il cosiddetto “disimpegno automatico” delle risorse, che avrebbe comportato una decurtazione del finanziamento non speso.
L’organismo ha auspicato che, nei prossimi mesi, a tale buon risultato, faccia seguito un omogeneo avanzamento di spesa per Asse che possa rispettare i diversi target finanziari intermedi. Tale invito nasce dall’auspicio di garantire l’assegnazione definitiva della “riserva di efficacia dell’attuazione”, pari al 6% delle risorse destinate al FESR, già assegnata in via provvisoria al Programma e inclusa nei piani finanziari dei singoli Assi e che è condizionata dal raggiungimento dei livelli di spesa previsti nel Programma a livello di singolo Asse.
La riunione è stata, inoltre, un’occasione per mettere a conoscenza il Comitato della procedura di designazione dell’Autorità di gestione e dell’Autorità di certificazione del Programma e delle attività di monitoraggio e valutazione della Politica regionale di sviluppo della Valle d’Aosta, oltre che del Piano di rafforzamento amministrativo.

Il Comitato di sorveglianza del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), si è riunito ad Aosta lo scorso 14 giugno con il compito di valutarne l’attuazione e i progressi compiuti. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti della Direzione generale Politica regionale della Commissione europea, del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei ministri, della Regione e del Partenariato istituzionale, economico e sociale.

 

L’incontro ha preso avvio con un’analisi delle attività avviate in attuazione del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR) e il Comitato è stato informato sullo stato di avanzamento del Programma da parte dei rappresentanti delle Strutture regionali responsabili dell’attuazione delle singole azioni, presenti in seno al Comitato.

A questo proposito, l’Autorità di gestione ha illustrato il Rapporto annuale di attuazione al 31 dicembre 2017, documento che riporta le azioni e i progetti avviati e il loro stato di attuazione.

Particolare soddisfazione è stata espressa per la portata degli interventi che l’Amministrazione regionale ha provveduto ad avviare, nel campo della ricerca, delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, del sostegno alle imprese, dell’efficientamento energetico negli edifici pubblici, della mobilità sostenibile e della messa in rete in chiave turistica del sistema dei beni culturali che contribuiscono allo sviluppo del territorio regionale.

A titolo esemplificativo, si riportano di seguito tre progetti significativi in termini di crescita per la Regione Valle d’Aosta:

  • il sostegno ai servizi turistici nell’ambito del progetto strategico Bassa Via della Valle d’Aosta, circuito di media montagna denominato oggi Cammino Balteo, che offrirà contributi agli operatori del settore al fine di favorire lo sviluppo di un prodotto turistico unico, strutturato e organizzato che garantisca la redditività degli investimenti, che stimoli gli operatori economici ad aggiornare la propria offerta e, ancor più, a fare rete;
  • l’approvazione e l’avvio di tutti gli interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici che hanno portato all’allocazione della totalità delle risorse programmate;
  • il sostegno alla competitività delle imprese, con la pubblicazione di tre avvisi a evidenza pubblica per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti della Smart Specialisation Strategy (S3) della Valle d'Aosta.Durante i lavori sono state illustrate, inoltre, le attività di valutazione e comunicazione avviate.

In questa occasione il Comitato si è congratulato con l’Amministrazione regionale per il buon livello di risorse allocate, giunte ad oltre il 90%, e per il superamento della soglia di spesa utile a scongiurare il cosiddetto “disimpegno automatico” delle risorse, che avrebbe comportato una decurtazione del finanziamento non speso.

L’organismo ha auspicato che, nei prossimi mesi, a tale buon risultato, faccia seguito un omogeneo avanzamento di spesa per Asse che possa rispettare i diversi target finanziari intermedi. Tale invito nasce dall’auspicio di garantire l’assegnazione definitiva della “riserva di efficacia dell’attuazione”, pari al 6% delle risorse destinate al FESR, già assegnata in via provvisoria al Programma e inclusa nei piani finanziari dei singoli Assi e che è condizionata dal raggiungimento dei livelli di spesa previsti nel Programma a livello di singolo Asse.

La riunione è stata, inoltre, un’occasione per mettere a conoscenza il Comitato della procedura di designazione dell’Autorità di gestione e dell’Autorità di certificazione del Programma e delle attività di monitoraggio e valutazione della Politica regionale di sviluppo della Valle d’Aosta, oltre che del Piano di rafforzamento amministrativo.

 



Torna su