Osservatorio della condizione abitativa

L'istituzione di un Osservatorio della condizione abitativa Ŕ stata prevista, a livello nazionale, dall'art. 12 della legge 431 del 9 dicembre 1998, che rinviava ad autonomi provvedimenti delle singole Regioni l'istituzione di analoghi organismi a livello regionale.

Per la Valle d'Aosta, l'istituzione di una "Banca dati - Osservatorio per la casa" Ŕ stata prevista dalla Legge Regionale n░ 30 del 9 settembre 1999 (art. 21) e realizzata dalla Deliberazione di Giunta regionale n░ 1592 del 22 maggio 2000.

Il compito assegnato all'Osservatorio Ŕ quello di "raccogliere ed elaborare dati e informazioni riguardanti l'edilizia residenziale ed i problemi della casa, utili all'elaborazione di programmi regionali, generali e di settore".
Concretamente, ci˛ significa raccogliere, analizzare e diffondere dati su:
- domanda di abitazioni in Valle d'Aosta, sue caratteristiche, sua distribuzione territoriale
- offerta in vendita ed in locazione di abitazioni sul territorio regionale
- attivitÓ edilizia
- condizioni di fattibilitÓ degli interventi in relazione agli strumenti urbanistici vigenti e alla riqualificazione urbana.

Lo scopo Ŕ quello di ottimizzare l'uso delle risorse disponibili, cosý da poter orientare nel modo pi¨ consono l'intervento pubblico nel settore abitativo.

 



Torna su