Studenti in movimento: stages aziendali all’estero

 

L’Assessorato Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili, di concerto con l’Assessorato agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti,  nell’ambito del Programma FSE Valle d’Aosta 2014/2020, ha presentato l’Avviso pubblico Studenti in movimento: stages aziendali all’estero per il finanziamento di periodi di formazione aziendale all’estero, presso imprese, altri contesti di lavoro (organismi pubblici, organizzazioni non governative, ecc.) scuole o centri di formazione professionale, in favore degli studenti delle scuole secondarie di 2° grado della Valle d’Aosta che abbiano compiuto i 16 anni di età e degli studenti universitari iscritti all’Università della Valle d’Aosta, al Politecnico di Torino – sede di Verrès e all’Istituto Superiore di Studi Musicali della Valle d’Aosta. Tali progetti sono aperti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado regionali e paritarie, all’Università della Valle d’Aosta, al Politecnico di Torino – sede di Verrès, all’Istituto Superiore di Studi Musicali della Valle d’Aosta / Conservatoire de la Vallée d’Aoste, che riterranno di aderirvi compatibilmente con la loro ordinaria programmazione e attività amministrativa e didattica.

Risorse disponibili
Gli interventi di cui al presente Avviso sono finanziati con risorse a valere sul Programma operativo FSE 2014/2020 per 400 mila euro.

Beneficiari

  • le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado regionali (istituzioni scolastiche liceali, tecniche e professionali);
  • gli enti e fondazioni che comprendono istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado e paritarie aventi sede nel territorio della Regione;
  • l’Università della Valle d’Aosta;
  • il Politecnico di Torino – sede di Verrès;
  • l’Istituto Superiore di Studi Musicali della Valle d’Aosta / Conservatoire de la Vallée d’Aoste

Termine di presentazione delle domande: ore 12 del 20 maggio 2019
INFO

In coerenza con gli orientamenti comunitari e regionali espressi nei documenti di programmazione, l’obiettivo dell’Assessorato Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili è quello di intervenire con una strategia finalizzata a ridurre il tasso di abbandono scolastico e, al contempo, a superare gli elementi di distacco della soggettività giovanile rispetto all’esperienza di vita e di studio richiesta dalla scuola. Attraverso l'esperienza in contesti lavorativi all'estero gli studenti acquisiscono competenze non solo linguistiche ma anche professionali e trasversali all'apprendimento scolastico e universitario che, inserite opportunamente nel CV, potranno garantire un valore aggiunto spendibile nel mondo del lavoro. Un’esperienza di mobilità transnazionale che diventa quanto mai preziosa in questi tempi di crisi economica ed elevata disoccupazione giovanile nonché di problematiche legate all'abbandono e alla dispersione scolastica. Attraverso lo stage il processo formativo si realizza non più soltanto in classe, ma anche in contesti socio-economici diversi, secondo un progetto articolato e personalizzato che valorizza lo studente, in ambiti diversi rispetto a quello locale, per il conseguimento degli obiettivi finali nel piano educativo.

 



Torna su