F

áá

 

Fabbricato
La costruzione coperta, isolata da vie o spazi vuoti, oppure separata da altre costruzioni mediante muri maestri che si elevano, senza soluzione di continuitÓ, dalle fondamenta al tetto, che disponga di uno o pi¨ liberi accessi sulla via e abbia, eventualmente, una o pi¨ scale autonome.

Fabbricato (ampliamento del)
L'ulteriore costruzione in senso orizzontale o verticale, di vani in un fabbricato giÓ esistente, con incremento di volume del fabbricato stesso.

Fabbricato (volume del)
(v/p vuoto per pieno)Il volume totale dello spazio compreso tra le pareti esterne, il pavimento pi¨ basso e la copertura misurata all'esterno.

Fabbricato non residenziale
Il fabbricato o quella parte di fabbricato destinato esclusivamente o prevalentemente ad un uso diverso da quello residenziale.

Fabbricato residenziale
Il fabbricato o quella parte di fabbricato destinato esclusivamente o prevalentemente all'abitare.

Fallimento
(R.D. 16 marzo 1942 n.267)La procedura giudiziaria mediante la quale il patrimonio di un imprenditore insolvente viene sottratto alla sua disponibilitÓ e destinato alla soddisfazione paritaria dei creditori, nella misura massima concretamente possibile.

Famiglia
Insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinitÓ, adozione, tutela o affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune (anche se non sono ancora iscritte nell'anagrafe della popolazione residente del comune medesimo). Una famiglia pu˛ essere costituita anche da una sola persona. L'assente temporaneo non cessa di appartenere alla propria famiglia sia che si trovi presso altro alloggio (o convivenza) dello stesso comune, sia che si trovi in un altro comune.
La definizione di famiglia adottata per il censimento Ŕ quella contenuta nel regolamento anagrafico.

Fatturato
L'ammontare di tutte le fatture emesse nel periodo di riferimento per vendite sul mercato interno e su quello estero. Il valore del fatturato si intende al netto dell'Iva fatturata ai clienti e degli abbuoni e sconti esposti in fattura ed al lordo delle spese (trasporti, imballaggi ecc.) e delle altre imposte addebitate ai clienti (per es. Imposta di fabbricazione). Nel fatturato sono comprese anche le vendite di prodotti non trasformati dall'impresa e le fatture per prestazioni di servizi e per lavorazioni eseguite per conto terzi su materie prime da essi fornite; sono escluse le vendite dei capitali fissi dell'impresa.

Fatturato (delle imprese dei servizi)
(Indici congiunturali del fatturato delle imprese dei servizi)Comprende l'ammontare delle vendite di merci in nome proprio, le commissioni, le provvigioni e altri compensi per le vendite per conto terzi, gli introiti lordi del traffico e i ricavi per le prestazioni a terzi di servizi sia a carattere non industriale sia a carattere industriale, effettuate anche come attivitÓ secondaria, ivi compreso il valore dei capitali fissi costruiti per uso proprio e quello delle riparazioni e manutenzioni straordinarie agli impianti aziendali eseguite in proprio. Sono esclusi dal fatturato: i contributi ricevuti dallo Stato e da enti pubblici a fini di produzione o per il risanamento del bilancio, i contributi in conto capitale e per interesse e gli importi relativi alla fiscalizzazione degli oneri sociali. Il dato Ŕ fornito al netto dell'Iva.

Fatturato lordo
(Conti delle imprese) Comprende le vendite di prodotti fabbricati dall'impresa, le lavorazioni per conto terzi su materie prime e semilavorati di terzi, le lavorazioni ed i servizi industriali su ordinazione di terzi, la vendita di merci acquistate in nome proprio rivendute senza trasformazione, gli introiti per prestazioni a terzi di servizi di carattere non industriale (commissioni, noleggi di macchinari, trasporto ecc.). Il fatturato Ŕ calcolato al lordo di tutte le spese addebitate al cliente (trasporto, imballaggio, ecc.) e di tutte le imposte indirette (fabbricazione, consumo, ecc.), ad eccezione dell'Iva fatturata ai clienti, ed al netto degli abbuoni, degli sconti e delle merci rese.

Ferrovia
La via di comunicazione dotata di binario, destinata esclusivamente alla circolazione di veicoli ferroviari.

Filobus
Il veicolo stradale destinato al trasporto di persone, con pi¨ di nove posti a sedere (incluso il conducente), connesso a conduttori elettrici, non viaggiante su rotaie.

Foglio di mappa
La porzione di territorio utilizzata nelle mappe catastali. I fogli sono numerati progressivamente e separatamente per ogni comune e si compongono di particelle.

Foraggere permanenti
Le coltivazioni praticate sui terreni fuori avvicendamento, destinati permanentemente (o in ogni caso per un periodo superiore a cinque anni) alla produzione di piante erbacee poliennali o spontanee, coltivate o non, atte a fornire foraggio per l'alimentazione del bestiame.

Forma di governo boschivo
La pratica adottata per la rinnovazione (rigenerazione o riproduzione) di un bosco. Le forme di governo sono: fustaia, ceduo semplice, ceduo composto.

Forze di lavoro
Le persone occupate e le persone in cerca di occupazione.

Free on board
(Fob)La clausola tradizionale dei contratti di trasporto, prevalentemente marittimo, che indica nella quotazione dei prezzi delle merci che le spese di spedizione e i rischi sono a carico del venditore fino al caricamento della merce sul mezzo di trasporto. Tale clausola Ŕ utilizzata nelle statistiche del commercio estero nazionali ed internazionali per indicare il valore delle merci inclusi i costi di trasporto e di assicurazione dal luogo di produzione o di commercializzazione fino alla frontiera nazionale del venditore.

Fungicida
La sostanza che ha la proprietÓ di distruggere i funghi e le loro spore o di inibirne la crescita.

Funzione
L'aggregazione delle spese correnti e in conto capitale connesse ai compiti esplicati dall'ente nei confronti di ciascun settore istituzionale (Finanza pubblica).

Funzione (della protezione sociale)
Individua la natura del rischio, dell'eventualitÓ o del bisogno per fronteggiare i quali il sistema di protezione sociale Ŕ chiamato a fornire i mezzi adeguati.

Fustaia
Superficie a bosco le cui piante sono destinate ad essere allevate ad alto fusto ed a rinnovarsi prevalentemente per via naturale (seme) o artificiale (talee). Rispetto alle specie legnose, le fustaie vengono distinte in: fustaie di conifere (o resinose), fustaie di latifoglie e miste.

 

Glossario e metodologie



Torna su