Futura programmazione

 

Il Consiglio regionale ha approvato nel 2016 la legge regionale 25 novembre 2016, n. 22, che ha individuato quale grande progetto del prossimo decennio il potenziamento della ferrovia, per la sua valenza rispetto alla mobilità locale, all’utilizzo turistico ed alla qualità ambientale. Nella stessa legge la Regione “definisce come asse centrale del sistema della mobilità territoriale regionale il trasporto ferroviario, per assicurare il più alto grado di accessibilità sia sociale sia economica al territorio valdostano. Asse centrale il cui servizio di trasporto deve essere coordinato ed integrato con un efficiente servizio di autolinee nelle vallate, nei centri urbani e nelle località laterali.”.

Per trasformare le finalità della legge in iniziative concrete ed articolate, è prevista l’elaborazione ed approvazione di un “Programma Strategico di Interventi” che sviluppi specifici interventi ed azioni (elettrificazione, ammodernamento e velocizzazione della linea Aosta - Torino; riattivazione e potenziamento della tratta Aosta - Pré-Saint-Didier, con eventuale proseguimento sino a Courmayeur, bigliettazione unica, sostegno e promozione dell’uso del trasporto pubblico, etc.) e che potrà porre le basi per la futura programmazione degli interventi sul sistema ferroviario. Naturalmente tale documento dovrà essere coordinato con il Piano Regionale dei Trasporti, un altro importante documento strategico che la Regione sta predisponendo per individuare i possibili scenari di sviluppo della mobilità regionale e coordinando l’intero sistema dei trasporti.

Allo scopo di programmare alcune prime iniziative tra quelle previste dalla l.r. 22/2016, nel dicembre 2017 la Regione ha sottoscritto con RFI S.p.A. un Accordo Quadro per l’utilizzo di capacità di infrastruttura per un periodo superiore a quello di un orario di servizio ai sensi dell’art. 22.5, del Decreto Legislativo 15 luglio 2015, n. 112, con il quale, a fronte di un impegno della Regione a garantire, tramite la prenotazione delle relative tracce, determinati volumi di servizio ferroviario (numero di treni) per almeno 5 anni, RFI ha individuato gli interventi infrastrutturali da realizzare per potenziare le due tratte ferroviarie valdostane, come sotto riportato:

 

Aosta – Ivrea – Torino

Upgrade del servizio RE Aosta -Torino

Elettrificazione della tratta Ivrea - Aosta (definizione delle modalità e della tempistica per la progettazioneentro 90 gg dalla firma dell’AQ)

Velocizzazione della tratta Ivrea - Aosta attraverso interventi sull’armamento, elevazione a rango C ed interventi tecnologici.

Fornitura di energia elettrica per le attività di preriscaldamento e climatizzazione nella stazione di Aosta

Aosta – Pré-Saint-Didier

Ripristino del servizio R Aosta – Pré-Saint-Didier non cadenzato

Studio di riclassificazione della linea Aosta - Pré-Saint-Didier a 18 t/asse

Realizzazione di lavori di manutenzione straordinaria finalizzati al ripristino

Riclassificazione della linea Aosta – Pré-Saint-Didier a 18 t/asse in relazione alle risultanze dello studio di cui sopra

Anche il Documento di economia e finanza regionale (DEFR) per il triennio 2019-2021 ha posto uno specifico obiettivo concernente la progettazione definitiva dell’elettrificazione della tratta Aosta - Ivrea.

Nell’ambito del Contratto di Programma 2017/2021 tra Ministero e RFI, è stato previsto uno stanziamento di 36 milioni dedicato all’adeguamento e miglioramento della linea ferroviaria Aosta/Pont-Saint-Martin, con tali risorse potranno essere finanziati alcuni primi interventi.

 

Trasporti



Torna su