Analisi non distruttiva della Fontana del Melograno

L'intervento, effettuato su richiesta della Soprintendenza dei Beni Culturali di Aosta, si propone come obbiettivo la verifica dello stato di conservazione di alcune parti strutturali e non, della Fontana del Melograno situata nel cortile del castello di Issogne.

Sulla fontana Ŕ stato eseguito, un primo intervento nel 1996 con lo scopo di identificare, se possibile, delle tecniche alternative a quelle radiografiche; in particolare sono state utilizzate tecniche locali quali eddy current, ultrasuoni a varie frequenze ed endoscopia. Le informazioni ottenute tramite tali tecniche, sono state scarse a tal punto da scoraggiarne l'utilizzo, anche come semplice supporto, per la presente indagine.

Questo Ŕ dovuto essenzialmente al tipo di manufatto analizzato, in particolare alla presenza di forti rugositÓ superficiali , di strati ossidati in superficie e di superfici di separazione molto irregolari che non hanno permesso un adeguata risposta delle apparecchiature, specialmente di quelle ad ultrasuoni.

Le informazioni ottenute, specialmente con la campagna endoscopica, ci hanno comunque permesso di studiare una strategia di acquisizione, con l'obiettivo di ottenere i dati necessari per la determinazione dello stato dell'opera e delle tecniche costruttive, minimizzando l'entitÓ dell'intervento ed orientandoci ad operare con tecniche radiografiche di media ed alta penetrazione.

 



Torna su