I progetti integrati degli edifici

La selezione degli edifici e la redazione dei Progetti integrati

 

Il processo di selezione degli edifici è stato particolarmente complesso, in ragione della necessità di tenere conto al contempo di numerosi aspetti fondamentali, tra i quali:

  • le tempistiche per avviare e completare gli interventi;
  • gli indicatori e i target fissati dalla programmazione;
  • gli adempimenti connessi alla normativa sismica;
  • il risparmio energetico conseguibile con l’intervento rispetto al costo iniziale di investimento;
  • la sostenibilità, da parte dei soggetti responsabili, delle procedure di affidamento della progettazione e della realizzazione degli interventi entro le tempistiche previste dalla programmazione medesima;
  • le possibili interferenze con le attività svolte all’interno degli edifici.

L’attuazione del Progetto strategico EEEPè stata demandata a specifici “Progetti integrati”relativi agli interventi di efficientamento dei singoli edifici pubblici individuati, che hanno consentito l’attivazione dell’iter di ottimizzazione energetica (progettazione e realizzazione degli interventi).

I Progetti integrati sono stati redatti, ove presenti, sulla base delle progettazioni già a disposizione delle Strutture regionali. Per altri edifici, invece, in presenza delle diagnosi energetiche, si è reso necessario uno specifico approfondimento tecnico al fine di individuare con un adeguato dettaglio i possibili interventi da realizzare e i relativi costi. A tal fine, nell’ambito del Progetto strategico EEEP, è stato approvato, con d.G.r. n. 797 del 19 giugno 2017,il Progetto integrato “Efficientamento energetico edifici pubblici - Analisi tecniche”per il quale è stato individuato come beneficiario la Struttura risparmio energetico e sviluppo fonti rinnovabili e come attuatore il servizio COA energia di Finaosta S.p.A. Nell’ambito del progetto sono state sviluppate 17 analisi tecniche per mezzo delle quali sono stati individuati, in dettaglio, gli interventi di efficientamento energetico da effettuare sugli edifici; alcuni degli edifici sottoposti ad analisi tecnica sono poi stati selezionati  per il finanziamento dell’intervento e per gli stessi è stato redatto il Progetto integrato.

Si riportano di seguito gli edifici selezionati per la realizzazione degli interventi di efficientamento energetico, per i quali sono stati approvati i Progetti integrati, confermati a seguito dell’aggiornamento del Progetto strategico EEEP approvato con d.G.r. n. 1044 del 16 ottobre 2020; tale revisione si è resa  necessaria al fine di aggiornare l’elenco degli edifici oggetto di intervento sulla base dei nuovi elementi emersi, nel rispetto delle tempistiche fissate dal Programma. Per ciascun edificio sono individuati Beneficiario e Attuatore.

 

 

La deliberazione di aggiornamento del Progetto strategico EEEP (d.G.r. 1044/2020) sopra citata, ha previsto, inoltre, di poter approvare altri Progetti integrati su ulteriori edifici da efficientare in esito all’istruttoria sui progetti presentati a valere sull’“Avviso a evidenza pubblica per l’efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico dei Comuni e delle Unités des Communes valdôtaines”, approvato con d.G.r. n. 323 del 30 aprile 2020.

 

Gli interventi di efficientamento energetico e gli obiettivi da raggiungere 

Gli interventi individuati si differenziano sulla base delle specifiche criticità del sistema edificio-impianto presenti allo stato di fatto, delle caratteristiche tipologiche e delle destinazioni d’uso e consistono, in generale, in:

  • isolamento delle pareti e dei solai;
  • sostituzione di serramenti con tipologie ad alta prestazione energetica e installazione di schermature solari;
  • efficientamento energetico degli impianti (riscaldamento, raffrescamento, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione e illuminazione artificiale) e introduzione di sistemi per l’ottimizzazione della loro gestione;
  • installazione di sistemi alimentati da fonti energetiche rinnovabili per la produzione di energia elettrica.

 Gli interventi proposti si pongono l’obiettivo di:

  • contenere le dispersioni termiche dell’involucro opaco e trasparente (pareti, solai, serramenti, ecc.);
  • incrementare l'efficienza energetica degli impianti;
  • incrementare la qualità degli ambienti interni ed il comfort degli utenti;
  • ridurre i consumi energetici ed i conseguenti costi di gestione;
  • ridurre le emissioni di gas climalteranti;
  • migliorare la prestazione energetica e, ove possibile, la classificazione energetica;
  • fornire buone pratiche di risparmio energetico da replicare sul territorio regionale.
 

Energia



Torna su