Sistema IeFP

 

Il sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) è uno dei canali per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione stabiliti dalla legge.

L’IeFP si affianca quindi ai percorsi scolastici di durata di 5 anni (Licei, istituti tecnici o professionali), con percorsi di durata triennale che permettono di ottenere una qualifica professionale ed eventualmente completati con un ulteriore anno di specializzazione (al cui esito viene rilasciato un Diploma professionale).

 

Descrizione percorso istruzione-formazione

 

I titoli rilasciati in esito (qualifiche e diplomi professionali) sono validi - al pari di quelli scolastici - su tutto il territorio nazionale, poiché fanno riferimento a repertori di figure professionali e a standard di competenze concordati a livello nazionale tra tutte le Regioni e lo Stato.

Entrambi i titoli permettono l’accesso al mercato del lavoro o il passaggio ai percorsi scolastici con il superamento di un apposito esame.

L'attuazione del sistema di istruzione e formazione professionale è di competenza della Regione, che definisce, sulla base delle specifiche caratteristiche sociali e produttive del territorio, le modalità di realizzazione dell’offerta:

  • tipologia dei percorsi e qualifiche professionali in esito (link a offerta)
  • soggetti attuatori (link a soggetti attuatori): i percorsi possono essere attuati da Enti di formazione accreditati dalla Regione e da Istituti professionali (in regime di sussidiarietà) (Link a pagina con soggetti erogatori)

L’articolazione dei percorsi permette  un’adeguata formazione culturale di base, con un approccio di carattere meno teorico rispetto ai percorsi scolastici, in quanto si privilegia l'apprendimento in contesti pratici: laboratorio, impresa formativa simulata e periodi di stage obbligatori presso le imprese.

I percorsi attuati da Organismi di formazione sono strutturati secondo quanto previsto dal sistema duale avviato in Italia a partire dal 2015 e pertanto i periodi di applicazione pratica rappresentano almeno il 40% della durata complessiva del percorso.

Non esistono quadri orari generali delle discipline predefiniti ma la Regione ha definito percentuali minime e massime di monte ore da dedicare sia all'area delle competenze di base sia all'area delle competenze tecnico-professionali.

Il monte ore annuale da assicurare è pari ad almeno 990 ore (riproporzionate in moduli da 50 minuti nei percorsi attuati da Istituti professionali). Il calendario scolastico coincide in linea di massima con quello scolastico definito dalla Sovraintendenza agli Studi.

 



Torna su