Inclusione socio-lavorativa

All’interno della Struttura inclusione lavorativa opera il Centro per il Diritto al Lavoro dei Disabili e degli Svantaggiati (CDLDS) che si rivolge sia alle imprese, sia ai cittadini. In particolare, il servizio promuove iniziative finalizzate all’inserimento e all’integrazione lavorativa di:

  1. persone con disabilità o appartenenti alle categorie protette, come indicato agli artt. 1 e 18 della legge 68/99 sul Collocamento mirato;
  2. persone in condizione di svantaggio sociale, segnalate dai servizi socio-sanitari competenti.

Cosa offre il CDLDS alle persone iscritte:

  • rielaborazione e analisi delle esperienze formative e professionali pregresse per identificare le caratteristiche  della persona;
  • valutazione del livello di occupabilità e del fabbisogno orientativo e/o formativo;
  • proposta di partecipazione a corsi di formazione e tirocini di orientamento, di formazione e di pre-inserimento lavorativo;
  • individuazione di candidature coerenti, sulla base delle competenze, delle aspirazioni, delle limitazioni e del contesto territoriale di riferimento;
  • inserimento nella banca dati del servizio di incontro domanda/offerta per le richieste di personale da parte di aziende private;
  • sostegno nella ricerca attiva del lavoro, affinché sia il più possibile mirata ed efficace;
  • eventuale monitoraggio post-assunzione, finalizzato a prevenire/gestire eventuali criticità dell’inserimento lavorativo;
  • consulenza sulle normative regionali e nazionali di riferimento e sulla loro applicazione, compresi gli incentivi per le assunzioni previsti per le varie tipologie di utenza.

La presa in carico degli utenti del Centro per il Diritto al Lavoro dei Disabili e degli Svantaggiati si realizza in collaborazione con i servizi socio-sanitari di riferimento e con tutti gli altri soggetti eventualmente coinvolti nel percorso di avvicinamento al lavoro.

 

 



Torna su