Composizione e competenze

La composizione del Nuvv è determinata dall'addizione dei componenti del Nuvvop e del Nuval come, da ultimo, da delibera della Giunta regionale n. 1435 del 30 dicembre 2020.

Il Nuvv è presieduto dal Segretario generale della Regione, dr.ssa Stefania Fanizzi, che in ragione della sua visione d'insieme delle politiche di sviluppo, garantisce una regia forte dell'integrazione tra le due sezioni e rappresenta unitariamente il Nuvv della Valle d'Aosta.

I componenti del Nuvvop  individuati dalla Giunta regionale sono i seguenti:

  • il Coordinatore del Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio dell'Assessorato finanze, innovazione, opere pubbliche e territorio, con funzioni di presidente del Nuvvop;
  • il Coordinatore del Dipartimento infrastrutture, viabilità ed edilizia residenziale pubblica dell'Assessorato finanze, innovazione, opere pubbliche e territorio;
  • il Coordinatore del Dipartimento risorse naturali e Corpo forestale;
  • il Coordinatore del Dipartimento ambiente;
  • il Coordinatore del Dipartimento Sovraintendenza agli studi;
  • il Coordinatore del Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali;
  • il Dirigente della Struttura stazione unica appaltante programmazione di lavori pubblici;
  • il Responsabile del supporto al Nucleo e del coordinamento dei programmi di intervento;
  • il Rappresentante designato dal CPEL

 I componenti del Nuval  individuati dalla Giunta regionale sono i seguenti:

  • il Coordinatore del Dipartimento politiche strutturali e affari europei, dell'Assessorato istruzione, università, politiche giovanili, affari europei e partecipate, con funzioni di Presidente del Nuval;
  • il Dirigente della Struttura Programmi per lo sviluppo regionale;
  • il  Dirigente della Struttura Programmazione Fondo sociale europeo;
  • il Capo dell'Ufficio di rappresentanza a Bruxelles;
  • il irigente della Struttura Politiche regionali di sviluppo rurale;
  • il Capo dell'Osservatorio economico e sociale, della Presidenza della Regione;
  • il dr Fabrizio Scotti, esperto in competitività dei sistemi produttivi e delle imprese, anche con riferimento ai settori turistico e culturale, nonché in ricerca, sviluppo e innovazione;
  • il dr Alberto Vergani, esperto in sviluppo occupazionale, politiche e inclusione sociale;
  • il dr Daniele Ietri, esperto in sviluppo territoriale, con particolare riferimento alla Cooperazione territoriale europea e ai partenariati multilivello.

Per quanto riguarda le modalità di reclutamento dei componenti fissi, interni ed esterni del Nuvv, la selezione è avvenuta sulla base delle competenze e delle professionalità possedute oppure sono specialisti di settore, responsabili di settore nei confronti dell’Amministrazione. I componenti esterni del Nuval sono stati reclutati attraverso una procedura di valutazione comparativa, ai sensi del capo I della l.r. 18/1998.

 

 

Le due sezioni del Nuvv si impegnano a collaborare reciprocamente ai fini di:

  • perseguire la coerenza e l’integrazione tra piani, programmi e progetti;
  • armonizzare le metodologie per la definizione, l’attuazione, la valutazione e la verifica di piani, programmi e progetti;
  • armonizzare le procedure di selezione dei progetti.

Al Nuvvop, nell’ambito delle proprie funzioni, sono affidati i compiti seguenti:

  • l'attività di indirizzo, coordinamento e monitoraggio del programma triennale dei lavori pubblici, ai sensi dell'articolo 21 del d.lgs. 50/2016; 
  • l'attività di indirizzo e supporto metodologico alle strutture regionali compententi per l'elaborazione, l'attuazione, il monitoraggio, la valutazione e la verifica dei documenti di programma di settore che prevedono la realizzazione di opere pubbliche su indicazione della Giunta regionale o della struttura competente;
  • l'attività di valutazione, verifica, metodologico, indirizzo e coordinamento delle azioni per la realizzazione dei progetti di interesse regionali, individuati dalla Giunta regionale;
  • l'attività di analisi di opportunità e fattibilità degli investimenti e di valutazione ex ante di progetti ed interventi;
  • l'attività di collaborazione nell'indirizzo metodologico al RUP rispetto le diverse esigenze che possono nascere durante il ciclo di vita delle opere pubbliche, in particolare nelle fasi di programmazione e di verifica e controllo delle progettazioni;
  • ulteriori attività che si dovessero rendere necessarie per garantire la qualità delle opere pubbliche regionali.

Al Nuval, nell’ambito delle proprie funzioni, sono affidati i compiti seguenti:

  • assistenza e supporto tecnico nella definizione della programmazione della Politica regionale di sviluppo cofinanziata dai Fondi strutturali europei e statali per il periodo 2021/27 – ed, eventualmente, anche della Politica regionale di sviluppo 2014/20 per l’ulteriore quota di risorse che potrebbe essere assegnata alla Regione nell’ambito del nuovo strumento Next generation EU – con particolare riguardo a:
    • analisi del contesto e degli scenari regionali e loro evoluzione;
    • definizione del Quadro strategico regionale di sviluppo sostenibile 2030 (ed eventuale aggiornamento dell’attuale Quadro strategico regionale sub h.);
    • definizione delle modalità e degli strumenti per l’integrazione fra programmi, progetti e fondi;
    • rafforzamento delle capacità di programmazione, gestione, governance amministrativa, animazione territoriale e valutazione dei soggetti regionali coinvolti;
  • l’assistenza e il supporto tecnico nell’attuazione della Politica regionale di sviluppo, per i periodi 2014/20 e 2021/27, con particolare riguardo a: 
    • elaborazione dei Rapporti di monitoraggio, funzionali anche all'elaborazione delle Relazioni annuali di attuazione dei Programmi;
    • consolidamento, sviluppo ed eventuale evoluzione del sistema di monitoraggio unitario (Sispreg);
    • elaborazione e aggiornamento della Strategia unitaria di comunicazione ed eventuale supporto alla committenza delle relative azioni;
    • concertazione, in particolare nell'ambito del Forum partenariale e dei tavoli tematici;
  • l'assistenza e il supporto tecnico nella valutazione della Politica regionale di sviluppo, per i periodi 2014/20 e 2021/27, con particolare riguardo a:
    • elaborazione e aggiornamento del Piano di valutazione unitaria;
    • supporto nell’elaborazione e nell’aggiornamento dei Piani di valutazione dei singoli Programmi, a titolarità regionale e a cui la Regione partecipa, e supporto alla committenza delle valutazioni esterne, anche al fine di garantire la qualità dei processi e dei prodotti delle valutazioni dei singoli Programmi;
    • predisposizione dei Rapporti annuali di valutazione, con elaborazione diretta delle valutazioni interne e di approfondimenti tematici;
    • presentazione dei Rapporti annuali di valutazione alla Giunta regionale e al partenariato istituzionale, economico, sociale e ambientale;
    • predisposizione di analisi valutative, pareri e proposte alla Giunta regionale, nonchè supporto alle Autorità di gestione nell'espletamento delle loro funzioni;
  • ulteriori attività che si dovessero rendere necessarie, tra cui la partecipazione alle attività del Sistema nazionale di valutazione e della Rete nazionale dei Nuclei, per gli ambiti di competenza.

 

 



Torna su