Informazioni

FASE 2 - Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo


 

 

 

NOTA STAMPA - SAISON CULTURELLE: IN ATTESA DI TORNARE A TEATRO… #LACULTURANONSIFERMA

  LA GRAVIDANZA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS
  MASCHERINE IGIENICHE PROTETTIVE

CONSIGLI PER UNA DIETA SANA ED EQUILIBRATA -  Opuscolo informativo con consigli per mangiare bene e fare moderata attività fisica, stando a casa, a cura dell'Azienda USL della Valle d'Aosta
  PRIME MISURE REGIONALI URGENTI DI SOSTEGNO PER FAMIGLIE, LAVORATORI E IMPRESE CONNESSE ALL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19
  INDICAZIONI PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELL'INFEZIONE DA SARS-COV-2 SUL TERRITORIO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA
 

CONSIGLI SULLA CORRETTA ATTIVITA’ FISICA IN CASA (click sull'immagine per scaricare il pdf)

(clicca sull'immagine)

 

 

LA CORRETTA gestione rifiuti

Se si è positivi o in quarantena obbligatoria
- non differenziare più i rifiuti di casa;
- utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore utilizzato per - la raccolta indifferenziata, se possibile a pedale;
- gettare tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) nello stesso contenitore utilizzato per la raccolta indifferenziata;
- gettare nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata anche i fazzoletti o i rotoli di carta, le mascherine, i guanti, e i teli monouso;
- indossando guanti monouso, chiudere bene i sacchetti senza schiacciarli con le mani utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo;
- una volta chiusi i sacchetti, gettare i guanti usati nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata (due o tre sacchetti possibilmente resistenti, uno dentro l’altro). Subito dopo, lavarsi le mani;
- smaltire i rifiuti ogni giorno come si fa normalmente con un sacchetto di indifferenziatatenendo conto delle indicazioni fornite per lo smaltimento dai rispettivi Comuni;
- gli animali da compagnia non devono accedere nel locale in cui sono presenti i sacchetti di rifiuti.
Se non si è positivi
- continuare a fare normalmente la raccolta differenziata;
- se si è raffreddati, usare fazzoletti di carta e gettarli nella raccolta indifferenziata;
- se si sono usati mascherine e guanti, gettarli nella raccolta indifferenziata;
- per i rifiuti indifferenziati utilizzare due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l’altro) all’interno del contenitore usato abitualmente;
- chiudere bene il sacchetto;
- smaltire i rifiuti come si fa normalmente con un sacchetto di indifferenziata tenendo conto delle indicazioni fornite per lo smaltimento dai rispettivi Comuni.
 

 

 

La Regione autonoma Valle d'Aosta, per il tramite della Protezione civile regionale e dell'USL della Valle d'Aosta, ha istituito una specifica Unità di Crisi che monitora costantemente la situazione e gestisce la situazione conformemente all'evoluzione in atto. 

I viaggiatori internazionali che presentano sintomi respiratori nelle 2 settimane dopo il rientro in Italia possono contattare il numero telefonico gratuito del Ministero della Salute 1500 per avere informazioni.

Tutti i soggetti che negli ultimi 14 giorni sono stati nelle aree a rischio per infezione da Coronavirus non devono recarsi al Pronto Soccorso nel caso in cui si sospetti di avere contratto l’infezione, ma contattare il 112 per avere le prime informazioni su come avviare una sorveglianza attiva (monitoraggio da parte dei medici del territorio a domicilio).

Chi avesse sintomi influenzali o problemi respiratori deve contattare il numero 112 e, in caso di possibile esposizione al Coronavirus, verrà valutato dal personale sanitario e sottoposto a tampone nasale e faringeo per la diagnosi.

Per far fronte alle chiamate al 112, la Centrale Unica di Risposta ha potenziato il numero degli operatori di sala.

 

DOMANDE E RISPOSTE

 


 
SITUAZIONE IN ITALIA
 



Torna su