2 - 2010

AVANZAMENTO DEL PSR

di Alessandro ROTA
Ufficio programmazione e monitoraggio Programma
di sviluppo rurale
Direzione politiche comunitarie e miglioramenti fondiari

L’AVANZAMENTO PROCEDURALE
DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE
2007-2013 NEL 2009

Nelle pagine seguenti si riporta una sintesi dei principali atti deliberativi che la Giunta regionale ha approvato nel corso del 2009 e nei primi mesi del 2010, al fine di dare piena attuazione alle misure del Programma di Sviluppo Rurale. Tali atti sono divisi in due sezioni:
  1. atti deliberativi di carattere generale, che recano disposizioni trasversali a tutte le  misure del PSR;
  2. atti deliberativi relativi alle singole misure del PSR.

     
1. ATTI DELIBERATIVI DI CARATTERE GENERALE

1) CONVENZIONE AGEA - REGIONE AUTONOMA VALLE D’AOSTA
A seguito della deliberazione della Giunta regionale n. 2384 del 28/08/09, recante “Approvazione dello schema di convenzione da sottoscrivere con l’AGEA ai sensi del reg. (CE) 885/2006, per la gestione delle domande di pagamento presentate nell’ambito del PSR 07-13 e per i controlli da effettuare nell’ambito delle domande unica e dell’OCM unica”, il Coordinatore del Dipartimento agricoltura e il Presidente di AGEA hanno sottoscritto la convenzione AGEA - Regione autonoma Valle d’Aosta che stabilisce ruoli e attività per la gestione dei controlli relativi alle domande 2007 e 2008.


2) CONDIZIONALITÀ
Anno 2009 - Deliberazione della Giunta regionale n. 3847 del 30/12/08 recante “Recepimento, con adattamenti, del decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali 24 novembre 2008, n. 16809, di modifica ed integrazione del decreto ministeriale 21 dicembre 2006, n. 12541, recante disciplina del regime della condizionalità della politica agricola comunitaria (PAC), di cui ai regolamenti (CE) 1782/03 e 796/04.

Anno 2010 - Deliberazione della Giunta regionale n. 3790 del 30/12/09 recante “Recepimento delle nuove disposizioni in materia di Condizionalità fissate dal decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 22 dicembre 2009, n. 30125, ai sensi del regolamento (CE) 73/09. Revoca della DG 3847/2008”. A questa deliberazione è seguita un’ulteriore deliberazione della Giunta regionale (n. 793 del 26/03/10) che ha approvato una serie di modifiche al regime di Condizionalità richieste dal Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali.
 

 
3) SISTEMA SANZIONATORIO
a) Misure a superfici - Nel 2009 si è resa necessaria una modifica all’Allegato 1 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2025/08, che stabilisce il sistema sanzionatorio nel caso di violazioni a impegni di Condizionalità. Tale modifica è stata approvata dal Governo regionale con propria deliberazione n. 11 del 09/01/09 recante “Sostituzione dell’atto a.6-a.7-a.8-a.8bis dell’allegato 2 alla deliberazione della Giunta regionale n. 3035 in data 24 ottobre 2008 concernente l'applicazione del decreto 20 marzo 2008 del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, recante disposizioni in materia di violazioni riscontrate nell'ambito del regolamento (CE) n. 1782/2003 e del regolamento (CE) 1698/2005”.

b) Misure strutturali - Con la deliberazione n. 2576 del 18/09/09, recante “Approvazione delle fattispecie di violazioni degli impegni previsti dalle misure strutturali del programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Valle d'Aosta ai fini dell'applicazione delle sanzioni ed esclusioni, in recepimento del decreto 20 marzo 2008 del ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali”, la Giunta regionale ha approvato il sistema sanzionatorio per le misure strutturali attivate nel 2009 (misure 112-113-123-132-133-322).

 
4) APPROVAZIONE DELLE MODIFICHE AL PSR A SEGUITO DELL’HEALTH CHECK DELLA PAC
Con la deliberazione della Giunta n. 136 del 21/01/2010, recante “Approvazione della revisione del programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta per il periodo 2007/2013, approvata dalla Commissione europea con decisione C(2009) 10342 del 17.12.2009, in conformità con il regolamento (CE) n. 1698/2005 e con l’articolo 6, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1974/2006”, e con la successiva ratifica del Consiglio regionale (deliberazione n. 1060/XIII del 24/01/10), si conclude il percorso di modifica al PSR intervenuto nel 2009 a seguito della pubblicazione dei regolamenti health check.



2. ATTI DELIBERATIVI RELATIVI ALLE SINGOLE MISURE DEL PSR

ASSE 1 - MIGLIORAMENTO DELLA COMPETITIVITÀ
DEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE

Misura 112 - Insediamento di giovani agricoltori
Nel 2009 sono state apportate delle modifiche ai criteri di applicazione della misura 112 con deliberazione della Giunta regionale n. 2488 del 11/09/09 recante “Modifica dei criteri applicativi delle misure 112, 113, 211, 214 e 215 del programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta 2007/2013, approvati con deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell’11 luglio 2008”, Allegato 1. Il sistema sanzionatorio della misura è previsto dalla DG 2576 del 18/09/09, Allegato 2.

Nel corso dello steso anno, la misura 112 ha subito alcune modifiche che sono state approvate dalla Commissione europea il 17/12/09 unitamente alle revisioni health check. La modifica principale riguarda l’introduzione della fattispecie dell’insediamento “multiplo”, ossia la possibilità di erogare il premio a due giovani che si insediano contestualmente, in forma societaria, nella stessa azienda. Le condizioni per il doppio premio non prevedono semplicemente di “raddoppiare” i requisiti previsti per l’insediamento singolo: l’azienda, infatti, attraverso la redazione di un unico “piano aziendale”, deve dimostrare che l’insediamento multiplo produce effetti “più che proporzionali” (in termini di fabbisogno lavorativo e di reddito) rispetto all’ipotesi di due insediamenti singoli. Altra modifica alla misura 112 riguarda il contributo in conto interessi, che passa da 15 mila a 30 mila euro, con il conseguente incremento del premio massimo da 55 mila a 70 mila euro. Infine è stata approvata una nuova modulazione del premio aggiuntivo (diecimila euro) che riserva, tra l’altro, una quota specifica (duemila euro) alle aziende di nuova costituzione.
Le novità sopra descritte sono state oggetto di specifica deliberazione della Giunta regionale (n. 792 del 26/03/10), recante disposizioni attuative per l’insediamento multiplo, la modulazione del premio aggiuntivo e l’aiuto in conto interessi; in merito a quest’ultimo aspetto, l’AdG del PSR ha provveduto ad inviare all’Organismo pagatore (AGEA) lo schema di convenzione lo stesso dovrà sottoscrivere con gli Istituti di credito operanti in Valle d’Aosta per la concessione dell’aiuto in conto interessi ai giovani agricoltori che ne facessero richiesta.

Misura 113 - Prepensionamento degli imprenditori e dei lavoratori agricoli
Come per la misura 112, nel 2009 sono state apportate delle modifiche ai criteri di applicazione della misura 113 con DG 2488/09, Allegato 2; similmente, il sistema sanzionatorio della misura è previsto dalla DG 2576 del 18/09/09, Allegato 2.
 
Misura 123 - Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali
Già nel 2008 la Giunta regionale aveva approvato i criteri applicativi generali per l’applicazione della misura 123, con propria deliberazione n. 2030 dell’11/07/08.
Di fatto, però, solo nel 2009 è avvenuta la piena applicazione della misura con la deliberazione n. 2129 del 31/07/09 recante “Approvazione del bando, per l'anno 2009, contenente le disposizioni tecniche e procedurali per l’attuazione della misura 123 - accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali - del programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta 2007 - 2013 approvato con decisione della Commissione europea C(2008) 734 del 18 febbraio 2008 e dal Consiglio regionale con deliberazione n. 3399/XII del 20 marzo 2008”. Il sistema sanzionatorio della misura è previsto dalla DG 2576 del 18/09/09, Allegato 2.
 
Misura 132 - Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare
Nel 2009 i criteri applicativi della misura sono stati modificati con la deliberazione della Giunta regionale n. 3304 del 27/11/09. Il sistema sanzionatorio della misura è previsto dalla DG 2576 del 18/09/09, Allegato 2.
Misura 133 - Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità
Come per la misura precedente, nel 2009 i criteri applicativi della misura sono stati modificati con la deliberazione della Giunta regionale n. 3304 del 27/11/09. Il sistema sanzionatorio della misura è previsto dalla DG 2576 del 18/09/09, Allegato 2.
 

ASSE 2 - MIGLIORAMENTO DELL’AMBIENTE E DELLO SPAZIO RURALE

Misura 211 - Indennità compensative degli svantaggi naturali a favore degli agricoltori delle zone montane
Nel 2009 sono state apportate lievi modifiche ai criteri di applicazione della misura 211 con deliberazione della Giunta regionale n. 2488 del 11/09/09 recante “Modifica dei criteri applicativi delle misure 112, 113, 211, 214 e 215 del programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta 2007/2013, approvati con deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell’11 luglio 2008”, Allegato 1.
Sono intervenute modifiche anche in merito alla Condizionalità ai sensi della DG n. 11 del 09/01/09, mentre non ha subito modifiche il sistema sanzionatorio già regolato dalla deliberazione della Giunta regionale n. 3035 del 14/10/08.
Nell’ambito della revisione al PSR intervenuta nel 2009 (approvata dalla Commissione europea il 17/12/09), la misura ha subìto una modifica relativamente al calcolo del premio sulle superfici di alpeggio: i precedenti limiti di 1,5 ettari/UBA (unità di bestiame adulto), per i capi produttivi, e di 0,5 ettari/UBA, per i capi improduttivi, sono stati eliminati e sostituiti dall’unico limite di 1 ettaro/UBA; è fatto salvo il limite massimo di superficie ammessa a pagamento, fissato a 200 ettari.
 
Misura 213 - Indennità Natura 2000
Si tratta di una delle due nuove misure introdotte a seguito della revisione health check del PSR.
La misura prevede un’indennità a favore di agricoltori che, operando nelle Zone di Protezione Speciale (ZPS) individuate all’interno della rete regionale Natura 2000, devono rispettare le disposizioni delle Misure di Conservazione (MdC) previste dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1087/08. Nello specifico, sono due gli obblighi previsti dalle MdC ed aventi il fine comune di preservare specie floristiche e faunistiche nelle aree agricole: il primo riguarda la conservazione di aree ad elevato valore naturale (es. boschetti, muretti a secco, corridoi ecologici), mentre il secondo prevede la non utilizzazione foraggera lungo i ruscelli per l’irrigazione a scorrimento (un metro a monte e uno a valle), al fine di preservare i periodi di riproduzione di specie faunistiche locali. Il premio unitario sarà di cento euro all’ettaro, con una spesa pubblica prevista di 2,5 milioni di euro per il periodo 2010-2013.
L’attivazione della misura prevede la predisposizione dei criteri di selezione ed applicativi da parte del Servizio Aree protette, la successiva consultazione del Comitato di sorveglianza e, nel caso di esito positivo della suddetta consultazione, l’approvazione definitiva dei criteri applicativi da parte della Giunta regionale: al termine di questo iter burocratico, è prevista la raccolta delle domande entro il 15 maggio 2010 (termine fissato per tutte le misure a superficie).
 
Misura 214 - Pagamenti agroambientali
Nel 2009 sono state apportate lievi modifiche ai criteri di applicazione della misura 214 con DG 2488/09, Allegato 2.
Come per la misura 211, sono intervenute modifiche in merito alla Condizionalità ai sensi della DG n. 11 del 09/01/09, mentre non ha subito modifiche il sistema sanzionatorio già regolato dalla deliberazione della Giunta regionale n. 3035 del 14/10/08.
Come per la misura 211, nell’ambito della revisione al PSR intervenuta nel 2009 (approvata dalla Commissione europea il 17/12/09) la misura 214 - Azione “Alpicoltura” ha subìto la modifica relativa al calcolo del premio sulle superfici di alpeggio: i precedenti limiti di 1,5 ettari/UBA (unità di bestiame adulto), per i capi produttivi, e di 0,5 ettari/UBA sono stati eliminati e sostituiti dall’unico limite di 1 ettaro/UBA per i capi improduttivi; è fatto salvo il limite massimo di superficie ammessa a pagamento, fissato a 200 ettari.

Misura 215 - Pagamenti per il benessere degli animali
Nel 2009 sono state apportate lievi modifiche ai criteri di applicazione della misura 215 con DG 2488/09, Allegato 2.
Come per le misure 211 e 214, sono intervenute modifiche in merito alla Condizionalità ai sensi della DG n. 11 del 09/01/09, mentre non ha subito modifiche il sistema sanzionatorio già regolato dalla deliberazione della Giunta regionale n. 3035 del 14/10/08.

Misura 216 - Investimenti non produttivi
È la seconda misura di nuova istituzione inserita nel PSR a seguito dell’health check della PAC. La misura prevede il sostegno per investimenti di ridotta entità che permettano, con un minimo impegno da parte dell’agricoltore, di ridurre l’impatto sul ciclo biologico di specie floro-faunistiche che vivono nelle aree agricole. Questi investimenti riguardano: l’installazione di nidi artificiali per uccelli insettivori e/o chirotteri all'interno di vigneti e frutteti o nelle loro vicinanze; la creazione di laghetti e pozze artificiali volti a favorire l'insediamento e la riproduzione di anfibi ed invertebrati (solo nei siti Natura 2000); l’acquisto di dispositivi di involo quali barre di involo e diffusori a ultrasuoni da applicare alle barre falcianti. Il contributo previsto per questi piccoli investimenti (non produttivi, per l’appunto) è pari al 100% della spesa ammissibile. La spesa pubblica prevista per il periodo 2010-2013 è di 560 mila euro.
Come per la misura 123, l’attivazione di questa misura prevede la predisposizione dei criteri di selezione ed applicativi da parte del Servizio Aree protette, la successiva consultazione del Comitato di sorveglianza e, nel caso di esito positivo della suddetta consultazione, l’approvazione definitiva dei criteri applicativi da parte della Giunta regionale: al termine di questo iter burocratico, gli agricoltori potranno presentare le domande di contributo.


 
ASSE 3 - QUALITÀ DELLA VITA NELLE ZONE RURALI E DIVERSIFICAZIONE DELL'ECONOMIA RURALE

Misura 311 - Diversificazione in attività non agricole
Si tratta della terza misura interessata dalle modifiche health check apportate al PSR nel corso del 2009. In questo caso, però, non si tratta di una “nuova” misura, bensì di una modifica a quella già esistente con l’introduzione degli interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici. Tale modifica è stata possibile grazie ai regolamenti HC che permettono di incentivare ulteriormente l’utilizzo di fonti rinnovabili per la produzione di energie (elettrica, termica, ecc.) attraverso un contributo in conto capitale che può raggiungere il 60%: peraltro, tale percentuale scende al venti nel caso in cui il beneficiario faccia richiesta delle agevolazioni nazionali afferenti al cosiddetto “conto energia”. La spesa pubblica prevista per il periodo 2010-2013 è pari a 2,4 milioni di euro.
Facendo seguito ai criteri applicativi generali, già approvati dalla Giunta regionale con la deliberazione n. 2030 dell’11/07/08, il Governo regionale, nella seduta dell’11 dicembre 2009 (DG n. 3687/09), ha approvato la pubblicazione di un avviso per la presentazione di domande di finanziamento per impianti fotovoltaici: tale avviso pubblico ha permesso di dare immediata attuazione alla misura, recependo il forte interessamento espresso dagli agricoltori che hanno partecipato numerosi (circa 140) alla presentazione delle nuove opportunità offerte dalla misura nell’incontro organizzato dal Servizio competente in data 25 gennaio 2010.

Misura 313 - Incentivazione di attività turistiche
I criteri applicativi generali per l’applicazione della misura 313 sono stati stabiliti con DG n. 2030 del 11/07/08; di fatto, però, tale misura avrà piena attuazione solo nel corso del 2010.

Misura 322 - Sviluppo e rinnovamento dei villaggi rurali
A seguito della deliberazione della Giunta regionale n. 2030/08, che ne stabiliva i criteri applicativi generali, e della conseguente DG n. 2758 del 26/09/08 che approvava il bando per la raccolta delle domande, la misura 322 è stata caratterizzata dai seguenti avanzamenti procedurali:
  • DG 3675/09 del 12/12/08: proroga del termine per la presentazione, da parte dei Comuni, delle domande di contributo al 12 febbraio 2009, anziché al 15 gennaio 2009;
  • DG 1752/09 del 26/06/09: approvazione della graduatoria ufficiale relativa alle domande presentate: di queste, 40 sono state ammesse a finanziamento, 4 sono state considerate ammissibili solo nel caso di risorse finanziarie aggiuntive e 1 è stata esclusa;
  • DG 3719/09 del 18/12/09: approvazione della spesa massima ammessa dei primi 20 progetti relativi alle domande di finanziamento pervenute;
  • DG 397 del 19/02/10: approvazione di ulteriori 12 progetti ammessi a finanziamento ai sensi della misura 322;
  • DG 996 del 16/04/10: approvazione degli ultimi 5 progetti ammessi a finanziamento ai sensi della misura 322.
 

 
ASSE 4 - APPROCCIO LEADER

A partire da novembre 2008 e lungo tutto il 2009 l’avanzamento procedurale dell’Asse 4 è stato caratterizzato da molteplici atti attuativi e diverse scadenze:
 
♦ deliberazione della Giunta regionale n. 3189 del 7/11/2008 recante “Approvazione del bando contenente le disposizioni per l’attuazione dell’asse 4 “approccio leader” del programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta 2007-2013 approvato con decisione della Commissione europea C(2008) 734 del 18.02.2008 e dal Consiglio regionale con deliberazione n. 3399/XII del 20/03/2008”;

♦ a seguito del percorso di sensibilizzazione dal titolo “Pensare lo sviluppo locale attraverso il metodo Leader”, organizzato dall’AdG fra ottobre e novembre 2008 (3 serate sul territorio), nei mesi di febbraio-marzo 2009 è stato organizzato un ulteriore percorso formativo preliminare alla costituzione dei Gruppi di azione locale e all’attivazione dei Piani di sviluppo locale, costituito da 5 approfondimenti tematici e un laboratorio di progettazione;
 
♦ DG 794 del 27/03/09: proroga al 1° settembre 2009 (anziché al 19/05/09) del termine presentazione delle domande di selezione dei GAL e relativi PSL;
DG 2189/09 del 07/08/09: ulteriore proroga al 21/09/09 del termine del termine presentazione delle domande di selezione dei GAL e relativi PSL;

♦ 3/09/2009: l’Autorità di Gestione, con proprio provvedimento dirigenziale, ha approvato la versione definitiva del vademecum recante le procedure da utilizzare per la gestione amministrativa e tecnica dei progetti che saranno oggetto di finanziamento sull’asse Leader;

♦ 23/10/2009: la Commissione di valutazione istituita con DG 3189/08 inizia l’esame della ricca documentazione inviata da tre GAL: alla Commissione partecipano i rappresentanti di tutte le Autorità di Gestione dei programmi cofinanziati e dei programmi di cooperazione territoriale; l’attività della Commissione procede per tutto il mese di novembre 2009 al fine di fare il quadro dei progetti presentati dai singoli GAL e predisporre un primo quadro finanziario;

♦ 7/12/2009: l’Autorità di gestione richiede ai GAL di integrare sia i PSL che i progetti in essi contenuti;

♦ dicembre 2009 - gennaio 2010: ulteriore campagna di comunicazione sul territorio per informare gli agricoltori circa le opportunità offerte dalle misure attuate tramite l’asse 4;

♦ DG 711/10 del 19/03/10: approvazione dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e dei Piani di Sviluppo Locale presentati in attuazione dell’Asse Leader, nonché approvazione delle fattispecie di violazioni degli impegni previsti dalla misura 431 in applicazione del decreto ministeriale del 22/12/09.
 

 
 
L’AVANZAMENTO FINANZIARIO DEL PSR 07-13 AL 31/12/09

Nella tabella seguente si riportano gli avanzamenti finanziari erogati dall’Organismo pagatore (AGEA) nel corso del triennio 2007-2009.

 


 
Pagina a cura dell'Assessorato dell'Agricoltura e Risorse Naturali © 2020 Regione Autonoma Valle d'Aosta
Condizioni di utilizzo | Crediti | Contatti | Segnala un errore