Premio di Legambiente al Corpo Forestale della Valle d┤Aosta.


venerdý 30 luglio 2021

L’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali Davide Sapinet esprime soddisfazione per l’assegnazione al Corpo Forestale della Valle d’Aosta dell’edizione 2021 del premio nazionale “Ambiente e Legalità”, attestato di merito che Legambiente riconosce ogni anno a magistrati, uomini delle forze dell’ordine e della società civile, giornalisti e imprenditori che si sono distinti nella lotta alla criminalità ambientale.

Il fatto che Legambiente abbia scelto il Corpo Forestale della Valle d’Aosta per un premio per la legalità e il rispetto dell’ambiente – sottolinea l’Assessore Sapinet – attribuisce il meritato riconoscimento, a livello nazionale, alla professionalità e all’impegno con i quali il Corpo Forestale regionale svolge quotidianamente il suo lavoro di presidio e di tutela del nostro territorio”.

La scelta di premiare il Corpo Forestale della Valle d’Aosta, a livello nazionale, è motivata dal “lavoro svolto con particolare efficacia e dedizione nel contrasto alle varie forme di criminalità ambientale per le inchieste importanti per la tutela e la vigilanza del territorio”. In particolare, Legambiente cita l’operazione “Pascoli d’oro”, svolta nella Valle del Gran San Bernardo, per reprimere l’illecito percepimento di contributi europei destinati al mantenimento dei pascoli alpini da parte di un allevatore arrivato da fuori valle e, nel comune di Etroubles, l’operazione contro il maltrattamento e l’abbandono di un centinaio di asini e pony, provenienti da fuori regione, portati in Valle d’Aosta sempre nell’obiettivo di ricevere i contributi europei.

Questo premio mette in luce le capacità di indagine del personale del CFVDA, sostenute da una capillare conoscenza della regione, da una costante attività di presidio e da un profondo radicamento nel territorio, grazie anche alla presenza delle diverse stazioni forestali. Un ruolo di primaria importanza per la nostra regione – aggiunge l’Assessore Sapinet – come anche ricordato più volte nel corso del confronto in Consiglio regionale. In particolare, queste indagini in ambito ambientale segnalate da Legambiente sono di grande rilevanza in quanto consentono di denunciare i comportamenti fraudolenti di coloro che percepiscono illegalmente i contributi che l’Unione europea eroga per sostenere la nostra agricoltura di montagna. Si tratta di aiuti importanti, destinati agli agricoltori virtuosi per il loro lavoro, prezioso e fondamentale, di tutela del paesaggio, conservazione dell’ambiente e valorizzazione del patrimonio zootecnico”.

Il premio sarà consegnato a una delegazione, guidata dal Comandante Luca Dovigo, il 19 agosto a Rispescia (Grosseto), nell’ambito della manifestazione Festambiente, il festival internazionale dedicato all’ecologia e alla solidarietà organizzato da Legambiente  e giunto alla sua 33° edizione.


Galleria Multimediale




Torna su