L'esercizio

L’UTILIZZO DEI NUOVI TRENI 
I treni bimodali saranno consegnati alla Regione quando disporranno dell’omologazione. 
I treni bimodali sono di proprietà della Regione e saranno utilizzati dal gestore del servizio ferroviario, che al momento è Trenitalia.
I treni saranno utilizzati per i servizi ferroviari Aosta-Torino, prioritariamente sulle corse maggiormente utilizzate dai valdostani, che potranno così evitare il cambio treno ad Ivrea. I treni infatti viaggeranno in modalità diesel sulla tratta Aosta-Ivrea ed in modalità elettrica su quella Aosta-Torino.
LA MANUTENZIONE 
La manutenzione sarà effettuata per 5 anni dal produttore (Stadler), nelle officine messe a disposizione dal gestore del servizio ferroviario.
DATI SULL’ESERCIZIO 
Quando tutti i treni entreranno in esercizio si potrà definire un nuovo orario, che eviti il cambio treno ad Ivrea, riduca i tempi di sosta in tale stazione e sfrutti le prestazioni dei nuovi treni.
Il servizio ipotizzato per i nuovi treni avrà le seguenti caratteristiche:

LA PRIMA OPERATIVITà dei nuovi treni

Utilizzo

Il 6 ottobre 2019, al termine di un complesso iter tecnico-amministrativo, sono entrati in esercizio, con un significativo ritardo rispetto ai tempi inizialmente previsti, i primi 2 treni bimodali, cui si è aggiunto, il 11 ottobre 2019, un terzo treno.

In un sistema rigido come quello ferroviario l’immissione in servizio di un nuovo tipo di materiale, tanto più se assolutamente innovativo come i treni bimodali, richiede un processo graduale, in cui si impiegano i nuovi treni su un numero di corse via via crescete e si possono scontare dei piccoli problemi di interazione tra il treno e la linea. Per questo motivo in una prima fase i nuovi treni sono utilizzati soltanto in alcune fasce orarie e con gli orari dei treni precedenti, mentre i guadagni sui tempi di percorrenza si concretizzeranno via via con i successivi aggiornamenti di orario.

L’orario dei treni bimodali in partenza da Aosta, valido fino al 7/12/2019 (prossimo cambio orario fissato dal Gestore dell’Infrastruttura) è il seguente:

 

mentre per i bimodali in partenza da Torino è il seguente: 

Le corse effettuate con i treni bimodali non avranno cambio treno ad Ivrea.

PROSSIMO CAMBIO ORARIO - 2020

In vista del prossimo cambio orario fissato dal Gestore dell’infrastruttura al 15/12/2019, è stato richiesto ai gestori ferroviari di prevedere, per le corse effettuate con i treni bimodali, una prima riduzione dei tempi di percorrenza Aosta/Torino.

Man mano che saranno disponibili i 2 treni mancanti e le necessarie autorizzazioni a viaggiare in “doppia composizione” (2 treni attaccati, come avviene già per alcune corese con i Minuetto), si potrà prevedere un maggior numero di corse con i treni bimodali ed una loro estensione anche nelle fasce orarie maggiormente utilizzate dai pendolari.

il sistema ferroviario a regime

La piena operatività del nuovo sistema ferroviario studiato sul collegamento diretto Aosta-Torino con materiale bimodale si avrà quando diventerà operativo il nuovo Contratto di Servizio, che è stato affidato nel 2018, ma su cui è tuttora pendente un ricorso al Giudice amministrativo.

Tale contratto, come sviluppato sulla base dell’offerta presentata dall’impresa aggiudicataria, prevede che tutte le corse Aosta/Torino e vice-versa, per un totale di 12 corse in ciascuna direzione, siano svolte con treni bimodali, con un nuovo sistema di orari, tariffe e titoli di viaggio finalizzato ad evitare il sovraccarico dei treni.

LA MANUTENZIONE

Manutenzione

La manutenzione sarà effettuata per 5 anni dal produttore (Stadler), nelle officine messe a disposizione dal gestore del servizio ferroviario.

 

Per approfondire …

Dossier

 

 

Pagina aggiornata al 30/08/2019

 




Torna su