Autorizzazioni vivaistiche e iscrizione al RUOP

            AUTORIZZAZIONI VIVAISTICHE E ISCRIZIONE AL RUOP

 

           Il 14 dicembre 2019 è entrato in vigore a livello europeo il nuovo regime fitosanitario
Introdotto dal Regolamento (UE) 2016/2031.

Pur mantenendo l'architettura preesistente (controlli all'impoRtazione da paesi terzi, emissione del passaporto delle piante da parte dei produttori di vegetali e dei commercianti, istituzione di zone protette, tenuta del registro dei produttori, certificato unico per l'esportazione) L'ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO REGIME COMPORTA IMPORTANTI NOVITÀ A LIVELLO DI AUTORIZZAZIONI VIVAISTICHE

Tra le novità derivanti dall'applicazione del Regolamento (UE) 2016/2031 vi è l'istituzione della figura dell'Operatore professionale e l'introduzione del Registro ufficiale degli operatori professionali (RUOP) che sostituisce il  precedente Registro ufficiale dei produttori (RUP)

Gli operatori valdostani già registrati al RUP transitano automaticamente nel RUOP, assumendo una nuova codifica.

Gli operatori professionali presenti in Valle d'Aosta non iscritti al RUP (piccoli produttori) devono verificare con i tecnici del servizio fitosanitario la necessità di iscriversi al RUOP e in caso positivo,  provvedere a registrarsi presentando apposita domanda.

Gli iscritti al RUOP devono essere in possesso dell'autorizzazione ad emettere passaporto delle piante necessario per svolgere le principali attività vivaistiche.

Le novità riguardanti il nuovo passaporto delle piante sono le seguenti:

l'obbligo del passaporto è esteso a tutti i vegetali o parti di essi destinati all'impianto;

il passaporto diventa un'etichetta ufficiale da apporre fisicamente sul vegetale o sull'unità commerciale;

il passaporte non attesta solamente l'assenza di organismi da quarantena, ma deve garatire l'assenza di Organismi di qualità (RNQP - regulated non-quarantine pests);

in zona protetta i vegetali sensibili devono essere venduti accompagnati da passaporto ZP anche all' utente finale privato e non solo al coltivatore professionista (si ricorda a questo proposito che la Valle d'Aosta è zona protetta per "Erwinia amilovora")

Sul sito del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF) è possibile consultare le risposte alle domande più frequenti sul nuovo quadro normativo alla seguente pagina:

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/14873

Per approfondimenti e per la modulistica, rivolgersi all'ufficio servizi fitosanitari 

Referente Rita Bonfanti - tel 0165/275405

 

 

 



Torna su